Perché non ho iniziato a scrivere prima?

Perché non ho iniziato a scrivere prima?

In realtà l’ho fatto, solo non ho mai pubblicato. Un misto di “ma figurati se la gente leggerà questa roba”, di “adesso non ho tempo” e di “lo farò dopo”. Di giustificazioni potrei trovarne quante ne volete ma forse semplicemente non era ancora il momento. E così ho scritto, anche abbastanza, l’ho solo fatto leggere ai miei amici e l’ho dimenticato in un cassetto. La cosa più importante era che me ne fossi liberato. Sì, perché queste storie quando si formavano dovevano uscire, dovevo tirarle fuori, liberarmene, come svelare un mistero rimasto irrisolto fino al momento della scrittura e quando scrivevo in realtà guardavo quello che si materializzava nella mia mente e lo descrivevo. Già, non mi definirei uno scrittore ma un descrittore. Per me la scrittura è uno strumento, non il fine. La scrittura, le parole, non credo che infatti siano uno strumento sufficiente a descrivere la realtà, ma è l’unica cosa che abbiamo, quindi ben venga.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *